Il Primo Giorno di Scuola: come affrontarlo.

In questi giorni è ricominciata la scuola. Il giorno fatidico è arrivato.

Per alcuni è un nuovo inizio, l’inizio di un nuovo percorso, dove i bambini inizieranno ad avere routine differenti in un contesto nuovo. Il passaggio dalla scuola dell’infanzia a quella elementare è un momento normale di crescita e di distacco dalla famiglia. Ogni bambino vive questo passaggio in modo differente: c’è chi è entusiasta, curioso, chi nervoso, alcuni eccitati, altri in ansia.

Qualunque sia il loro modo di reagire, del tutto normale (mettetevi nei loro panni!), il messaggio fondamentale da insegnare ai propri figli è che la scuola è un’opportunità importante. Una grande possibilità di imparare cose nuove e di crescere, di divertimento e di gioia nel conoscere nuovi amici e fare nuove esperienze. Dall’altra parte sappiamo bene che tutto ciò coesiste con una serie di impegni e responsabilità non indifferenti.

Ecco alcune strategie per aiutare i bambini ad affrontare questa nuova esperienza.

  1. Il primo giorno di scuola segna un cambiamento: gli adulti vivono in modo differente questo passaggio rispetto al bambino, ma l’adulto riesce ad elaborarlo mentre per il bambino è più complicato. Allora accettiamo le sue emozioni e rispettiamole. Ricordiamoci che il bambino sta entrando in un mondo nuovo!
  2. Parlare: sembra banale ma non lo è… parliamo con i bambini, delle attività, dei compagni, delle regole che ci potranno essere, delle maestre. Condividere e parlare permette loro di sfogare le loro eventuali ansie o solo appagare la curiosità. Così saranno più fiduciosi e sicuri.
  3. Ogni bambino è unico nel suo genere: ogni bambino ha la sua personalità unica, con punti di forza e debolezze. Non tutti vivranno o si adatteranno nello stesso modo, alcuni avranno bisogno di più tempo altri meno, l’importante è supportarli e dargli fiducia.
  4. I primi giorni sono di adattamento: il bambino ha bisogno di tempo per accogliere le nuove abitudini: la sveglia presto, i compiti, le regole in classe. Ricordate di rimanere tranquilli al momento del saluto, baci, abbracci e parole di conforto saranno la chiave giusta affinché il bambino durante la giornata vi possa ricordare sorridenti. Qualora ci fossero crisi di pianto, del tutto normali, non fatevi prendere dal panico, gestite la situazione con calma e pazienza.

 

 

“Non evitare a tuo figlio le difficoltà della vita,

piuttosto insegnagli a superarle”.

Louis Pasteur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...