Chi ha paura di fallire?

La paura di fallire è abbastanza comune, a volte limita o impedisce alcune azioni proprio per questa paura disarmante. Per quanto sia dolorosa o demoralizzante, è un’esperienza che fa parte del corso della vita di ogni soggetto.

Nessun essere umano è in grado di controllare gli episodi negativi che potrebbero succedere nella vita, quello che si può fare è mettere in atto delle strategie per affrontarle e regolare la reazione ad essi.

La cosa importante rimane rispondere in modo adattivo alle situazioni negative, evitando che questi possano paralizzare, limitare o demoralizzare i nostri comportamenti.

Proviamo a pensare ad un bambino piccolo che ha appena imparato a camminare, ma ancora non è stabile: quante volte gli capiterà di cadere e rialzarsi? Tantissime e continuerà ancora e ancora finché non sarà più sicuro e autonomo. Così il fallimento.. può capitare di subire delle frenate, di cadere e di scoraggiarsi ma l’importante è rialzarsi, in modo da capire con più chiarezza dove si è sbagliato e cercare di far diventare quella caduta un’esperienza arricchente, in modo tale che diventi parte del proprio bagaglio personale di conoscenze.

Inoltre il fallimento fa sì che gli obiettivi vengano visti come fuori dalla propria portata perché le proprie abilità sono scarse, in realtà non è così! Il fallimento distorce la percezione degli obiettivi e delle nostre abilità facendoci sentire meno capaci e meno in grado di raggiungere l’obiettivo.

Infatti dopo un fallimento riteniamo le nostre capacità insufficienti sentendoci deboli o non in grado, ma è una percezione sbagliata. Se iniziamo a conoscere questo meccanismo, potremmo essere in grado di ridimensionare l’opinione che abbiamo di noi stessi.

Può succedere anche che la paura di fallire sia inconsapevole. Può succedere che per paura di sbagliare, fallire, sentirsi impotenti o demoralizzati, alcuni soggetti si pongano degli obiettivi minori o degli obiettivi troppo alti per poi accusare qualche altra persona e che tutte le loro azioni siano volte ad evitare situazioni dolorose.

Inoltre, la paura del fallimento può essere trasmessa ai propri figli. Una reazione eccessiva e troppo dura oppure un distacco emotivo in presenza di un fallimento (es. prendere 5 in una verifica dopo avere studiato tantissimo), possono provocare o una predisposizione al fallimento sentendosi demoralizzato ad ogni azione oppure pensando che il fallimento sia inaccettabile.

È importante ricordare che le difficoltà, i momenti di crisi, i fallimenti fanno parte del percorso di vita di ognuno di noi e sono una ricchezza, sia per la nostra crescita personale o professionale e ci permettono di acquisire competenze nuove per affrontare delle nuove sfide.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...