Il ritiro sociale

La settimana scorsa ho avuto l’occasione di assistere ad un webinair organizzato dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia, il tema principale riguardava il ritiro sociale nell’adolescenza.

Cos’è il ritiro sociale e cosa si intende?

Il ritiro sociale è una delle manifestazioni di disagio più significative per quanto riguarda la nostra società di oggi.

Purtroppo un numero sempre maggiore di adolescenti si ritira dalla scuola e poi dalla scena sociale in una sorta di reclusione volontaria domiciliare.

Questo ritiro è spesso accompagnato da vissuti di vergogna e confusione spesso generati dallo sguardo dei coetanei che associati alle trasformazioni tipiche del corpo dell’adolescente, possono portare a un graduale ritiro e disinvestimento delle proprie risorse e un allontanamento dalle relazioni interpersonali.

Il fenomeno si è diffuso inizialmente in Giappone, prendendo il nome di Hikikomori, ma sta avendo una larga diffusione anche nel nostro paese, soprattutto si manifesta nei giovani maschi.

L’adolescente abbandona quelle che sono le sue amicizie, i contatti sociali, la scuola per rinchiudersi nella sua stanza limitando i contatti con l’esterno e sostituendo le persone reali con quelle virtuali. Spesso sono portati ad utilizzare internet in modo smodato, giocando a giochi di ruolo o visionando film o mettendosi in contatto con altre persone virtuali.

È possibile che il ciclo giorno e notte venga invertito, quindi è possibile che l’adolescente dorma di giorno per stare sveglio di notte.

La stanza dove si rifugiano ha proprio la funzione di protezione, rispetto alle esperienze e alla realtà che stanno vivendo e dall’altra parte ha funzione di sperimentazione, di esperienze immaginarie che genera la rete Internet.

Attenzione! L’adolescente che si ritira volontariamente può essere dipendente da Internet ma non dai social network, Facebook o similari, perché lo sguardo e il giudizio dai cui cercano di fuggire dalla realtà è presente anche sui social.

Gli adolescenti che si ritirano socialmente trovano in Internet l’unica possibilità di ricerca di informazioni o di simbolizzazione (avatar o giochi di ruolo), relazione con gli altri (chat e cuffie durante le sessioni di gioco).

Il disagio interiore.

Il ritiro sociale è la manifestazione concreta legata a una difficoltà adattiva, sia a livello sociale ma in modo più ampio esistenziale.

Il disagio, la sofferenza, la demotivazione che affliggono l’adolescente sono originate da un modello di vita contemporaneo e dalla perdita di senso per quanto riguarda il proseguimento degli obiettivi sociali.

Il maggior pensiero che prevale nella mente dei ragazzi, riguarda il non essere all’altezza dalle aspettative sia proprie che create dagli altri, il non essere popolari, sentirsi brutti e senza un posto nella mente delle altre persone, in particolare in quella dei coetanei.

Un conflitto interiore di questa portata è ovviamente difficile da elaborare e razionalizzare.

Trattamento: come si affronta un caso di ritiro sociale?

Innanzitutto è importante mantenere la calma e non creare nel ragazzo altre pressioni.

Generalmente vengono svolte dalle sedute di colloquio psicologico domiciliari perché ovviamente l’adolescente non esce dal suo rifugio; si cerca quindi di entrare in contatto con l’adolescente e di instaurare un rapporto con lui. Importante è cercare di capire quale sia l’evento scatenante che ha portato alla reclusione.

Altra cosa fondamentale è che oltre a sostenere a livello psicologico l’adolescente, vengano concordati degli incontri anche con i genitori, che ovviamente hanno un ruolo fondamentale nella vita del proprio figlio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...